Recensioni

La vita sociale delle sagome di cartone

Titolo: La vita sociale delle sagome di cartone

Autore: Fulvio Gatti

Editore: Las Vegas Edizioni

Collana: I jackpot

Pagine: 213

Prezzo: € 15,00

Uscita: 19 settembre 2019

Recensione

Ammetto che ero molto dubbioso circa questo libro, ma sentivo che qualcosa mi richiamava e mi attirava a sé. Quindi mi sono addentrato tra le sue pagine.

L’inizio mi ha fatto temere il peggio e che avrei fatto fatica a proseguire ed arrivare alla fine, infatti non mi ha conquistato subito. Ero lì che annaspavo tra le pagine, ma, ad un certo punto, ho cominciato a sentire un brivido di piacere e di emozione. Infatti è arrivato il momento, con mia immensa gioia, in cui la lettura mi ha coinvolto e siamo entrati in sintonia, come due persone che prima si studiano, l’un l’altro dubbiosi, e poi diventano amici. Tra me e “La vita sociale delle sagome di cartone” è stato proprio così.

Quando ho iniziato ad apprezzare la storia ho continuato la lettura in modo più sereno. All’interno del libro dell’autore Fulvio Gatti, troviamo anche un’altra interessante storia. Quindi posso affermare che avrete un libro dentro ad un libro!

La sua scrittura, a parte l’inizio, è scorrevole e coinvolgente e, a noi amanti delle letture, ci fa brillare gli occhi perché molto è dedicato proprio ai nostri amati libri. Infatti si narra della sparizione di uno dei protagonisti, Paul Pavese (uno scrittore di best seller).

Samantha Neli, la responsabile marketing della sua casa editrice Fabula Nuova, inizia una appassionante e sfrenata ricerca dell’autor. Tra momenti pieni di ironia, altri più seri e problemi vari, assistiamo con interesse e curiosità a questa frenetica avventura. Anche noi, indubbiamente ci sentiamo coinvolti e ci poniamo mille domande: perché è sparito? Dove sarà andato? Che cosa nasconde? Solo per citarne alcune che mi sono venute in mente mentre leggevo.

“La vita sociale delle sagome di cartone” vi farà apprezzare ancora di più la lettura ed il mondo editoriale, vi incuriosirà e vi troverete indubbiamente coinvolti. Infatti vengono citati autori, si incontrano passaggi dedicati ai libri, al mondo editoriale. E vi segnalo anche la presenza di farmacie assolutamente interessanti e particolari. Infatti in questi luoghi vengono venduti i libri delle “Edizioni Essenziali” che riguardano i grandi classici della letteratura, ma con un numero massimo di 200 pagine.

Tutto ciò è estremamente curioso e piacevole, perché sono messi in vendita per curare i clienti proprio come fanno le medicine. Inoltre, durante la lettura, è gradevole quel senso di mistero che si respira tra le pagine, il libro si tinge di giallo e crea maggior trasporto in tutti noi lettori.

Indubbiamente è una lettura molto, ma molto originale. Quando si inizia questo libro di Fulvio Gatti non si intuisce nulla, infatti non è possibile anticipare le varie scene, non si sa che cosa aspettarsi e, quindi, trovo tutto ciò assolutamente intrigante. Il finale vi lascerà a bocca aperta e forse vi regalerà anche un sorriso. Mi piacerebbe molto vedere la vostra reazione nel leggere la conclusione che, secondo me, è spettacolare.

Fulvio Gatti è molto bravo con la penna, infatti riesce a giocare con i suoi lettori e renderli anche suoi prigionieri. Un libro che vi stupirà e che vi affascinerà per la sua freschezza e particolarità. Inoltre pure i  vari personaggi sono pieni di personalità e di carisma. In particolare ho trovato Samantha Neli molto umana e mi sono lasciato conquistare dalle sue indagini ed azioni.

Concludo con passaggio:

“Samantha ringraziò il santo protettore dei precari dell’editoria, chiunque fosse, al rinvenire di un enorme hard disk esterno di prima generazione. Lo trascinò nell’ufficio di Paul, lo collegò e intraprese il lento processo di copia della cartella sagome. Qualunque cosa si trovasse all’interno, era di certo cruciale per far luce sulla scomparsa di Paul Pavese. Non conosceva la password e non aveva la minima idea di come accedervi, ma avrebbe affrontato un mistero alla volta.”

Trama

Paul Pavese, scrittore di best-seller, mentore del progetto editoriale Fabula Nuova e ispiratore di una generazione, è sparito nel nulla. L’unica persona che però sembra davvero preoccuparsene è la responsabile marketing della casa editrice, Samantha Neli, che da sempre è una sua fan. Inizia così una ricerca tra i testi pubblicati e inediti, a caccia di indizi che sembrano non portare a nulla. Così come non sembra risolutivo spostare l’indagine nelle terre di origine di Pavese. Ma forse la soluzione è molto più vicina di quanto Samantha non creda…

Tra libri garantiti per tutti dal Governo e venduti pure in farmacia, “La vita sociale delle sagome di cartone” è un romanzo a tratti surreale, a tratti grottesco, che indaga sul concetto di fiction – quanto c’è di vero nella finzione e quanta finzione c’è nella verità? – e che non rinuncia mai ad essere dissacrante nei confronti del mondo editoriale e dei suoi meccanismi.

Share:

1 comment

Scrivi un commento