Recensioni

Ossessioni

Titolo: Ossessioni

Autrice: Francesca Crisi

Editore: Augh! Edizioni

Collana: Frecce

Pagine: 113

Prezzo: € 13,00

Uscita: 30 aprile 2021

Recensione

“Ossessioni” è il nuovo libro di Francesca Crisi ed è pubblicato da “Augh! Edizioni”.

In questo romanzo breve, ma molto interessante e ben scritto, troviamo tre ottime protagoniste. La scrittrice Elsa Ginanni, la donna che l’assiste, Maria Andreoli e la giornalista Andrea Martini, che ha intenzione di scrivere un pezzo importante. Tutto è ambientato a Sirmione, sul lago di Garda, località che ho visitato e che porto nel cuore.

La penna dell’autrice Francesca Crisi, scivola molto bene sulle pagine, diventa avvincente man, mano che si procede nella lettura. Inoltre, ho trovato assai interessante il carattere di tutte e tre le protagoniste. Infatti, in ognuna di loro è descritto egregiamente e e si differenziano per determinati punti. Per esempio, Andrea Martini è molto grintosa, ambiziosa e testarda.

Tra di diversi capitoli ci sono quelli dedicati al diario di Elsa, donna che ha subito una amnesia e sulla cui situazione c’è grande mistero. La vicenda, ogni tanto, si movimenta e ci riserva diverse sorprese diventando anche avvincente.

Non si può far a meno di divorare “Ossessioni” perché ha il potere di conquistarci con la sua dose di curiosità che risveglia in noi e perché i lati caratteriali sono veramente accattivanti e diversi. In quarta di copertina si legge:

“Lei si ostina a volermi dare un passato, glielo leggo negli occhi. Vede, la vita mi ha offerto una nuova possibilità, ho solo il presente, quest’attimo in cui sono immersa”

Non è l’unico passaggio ad essere particolarmente interessante, infatti, all’interno ne ho sottolineati altri che invitano a riflettere. Inoltre, anche la parola del titolo, durante la lettura, la si ritrova in più occasioni e ciò l’ho gradito parecchio.

“Ossessioni” mi è piaciuto per il suo dinamismo, per la sua capacità di scorrere e per quel velo di mistero che la storia nasconde. Oltre a tutto ciò, anche i dialoghi tra Maria ed Andrea sono ben costruiti ed avvincenti, tra frasi dette e non dette, tra accordi e decisioni varie, tutto fa in modo di incuriosire il lettore e di tenerlo incollato alle pagine.

Queste tre donne, molto diverse tra di loro, hanno la capacità di invogliarci a leggere per scoprire di più di loro. Devo ammettere che nessuna delle tre mi ha conquistato in fatto di simpatia, ma di sicuro ho apprezzato il loro modo di muoversi all’interno del romanzo.

Tutta la storia risulta molto schietta, mai sdolcinata, e porta noi lettori ad indagare circa il mistero dell’amnesia di Elsa, lo strano comportamento di Maria, oltre a ciò che vuole ottenere Andrea. Inoltre, non dimentichiamo la splendida località di Sirmione dove la vicenda è ambientata!!!

“Ossessioni” è un romanzo breve, ma pieno di punti interessanti e la storia è sicuramente originale. Vi invito a leggerlo !!!

Ed ora, qui sotto, vi propongo l’incipit

«Lei si ostina a volermi dare un passato, glielo leggo negli occhi. Vede, la vita mi ha offerto una nuova possibilità, ho solo presente, quest’attimo in cui sono immersa. Il nostro destino è abbandonare chi amiamo ed essere abbandonati da chi amiamo, e allora perché ricordare, dottoressa? Lei è una dottoressa, giusto? Dovrà ricordarmelo più volte durante questo colloquio, così come il motivo della sua visita. La diverto con le mie amnesie?

Se ci pensa bene, ho il privilegio di godere di quel che ho, e di non soffrire per quel che ho perduto. È difficile comprenderlo, me ne rendo conto, lei è giovane, il futuro è ai suoi piedi, ma gli anziani vivono di rimpianti, sa… per me, invece, contano solo le mie mani come sono oggi. Perché vuole io ricordi la bellezza delle mani di una ventenne? Non esistono più quelle mani, o meglio, esistono solo nel ricordo, ma non nel mio.

Osservi con attenzione i miei movimenti, come inclino il capo o accavallo le gambe, raccontano di me molto di più questi gesti che non fatti e fatti messi uno accanto all’altro, non crede? Ci pensi bene, dottoressa, ogni ruga come ogni espressione del volto, così come ogni cellula del nostro corpo sono il risultato e il condensato di tutti i sentimenti che ci hanno attraversato. Sul corpo è scritta l’essenza della nostra storia. Mi guardi, dottoressa, lei è una dottoressa, giusto? Troverà più verità nel suo sguardo che si posa nel mio che non nei numerosi fatti che potrà rintracciare della mia vita. Non crede?»…

Trama

Fatti di cronaca come la scomparsa e il ritrovamento della famosa scrittrice Elsa Ginanni non capitano tutti i giorni. Per questo, la giovane e ambiziosa giornalista Andrea Martini decide di recarsi a Sirmione, sulle sponde del lago di Garda, dove Elsa si è stabilita da qualche tempo assieme a Maria Andreoli, la donna che l’ha accudita dopo la sua “fuga”. L’obiettivo della cronista è ricomporre lo scenario più plausibile che ha condotto la scrittrice ad abbandonare la sua vita precedente. Maria, invece, è combattuta tra il voler proteggere i segreti di Elsa, dalla quale non si separa mai, e raccontare le sue verità sulla vicenda, a costo di mettersi a nudo di fronte all’opinione pubblica. Le ombre sul mistero della donna possono diradarsi solo leggendo il suo diario personale, una preziosa testimonianza nelle mani di Maria e ultimo legame di Elsa col suo passato: la donna, infatti, soffre di una grave e misteriosa amnesia.

Share:

Scrivi un commento