Recensioni

Margherita e punto. Il dilemma di essere amata

Titolo:  Margherita e punto. Il dilemma di essere amata

Autrice: Simonetta Gallucci

Editore: Maratta Edizioni

Collana: Le ciliegie

Pagine: 55

Prezzo: € 10,00

Uscita: 24 febbraio 2021

Recensione

“Margherita e punto. Il dilemma di essere amata” è un libro molto breve, ma assolutamente intenso ed istruttivo. Infatti, l’autrice Simonetta Gallucci, tramite una favola dolce ed educativa, ci propone la storia di Margherita.

All’interno del libro vengono affrontati alcuni temi importanti e significativi che sono tuttora presenti nella nostra società.

La sua scrittura è semplice, delicata e profonda. Si percepiscono le emozioni che vuole trasmettere a noi lettori. La protagonista, infatti, è ben descritta e ci arrivano le sue sensazioni, i suoi pensieri, le sue paure e i suoi desideri. Il lettore si appassiona, sia a lei, che alla sua storia e non può far a men che iniziare ad affezionarsi e a volerle bene. Quel bene che tanto necessita e che tutti noi, spesso, sentiamo la necessità di ricevere.

“Margherita e punto” è un romanzo breve, ma che ha molto da insegnarci. Durante la lettura ci si può anche commuovere, ma è normale perché la penna dell’autrice incide sulle pagine con molta sensibilità e lo fa in modo sincero ed onesto. Nulla è portato all’esasperazione per attirare l’attenzione ed è proprio ciò che ho gradito: la sua genuinità e semplicità nel proporci la storia di Margherita.

Il libro si legge velocemente, sia per le poche pagine, ma specialmente perché è scorrevole e ci cattura fin dal prologo. Inoltre, a mio avviso, è assolutamente adatto a tutte le età. I valori che trasmette sono diversi ed importanti, ci apre gli occhi, eventualmente, su argomenti a cui alcuni forse, sbagliando, non danno la giusta importanza, ci fa notare determinati sbagli, anche a parte degli adulti.

Simonetta Gallucci ci mostra il mondo attraverso gli occhi di Margherita e in tal modo ci invoglia a riflettere parecchio. Il dilemma di essere amati penso sia capitato a tanti durante il corso della vita, come pure quel senso di solitudine che ogni tanto compare nelle nostre esistenze.

Il suo romanzo è intimistico, psicologicamente importante ed emotivamente intenso. Ne consiglio la lettura a chiunque perché, ai giorni nostri, serve una storia così che ci dia una mano a capire e a migliorare anche i rapporti tra le persone, inoltre è un libro adatto a chiunque e di ogni genere.

Qui sotto vi lascio il prologo sperando di invogliarvi a comprare il libro e a leggerlo.

“Questa non è una favola per bambine! O meglio, non per le bambine a cui stai pensando. Sì, quelle che saltano nelle pozzanghere, si sbucciano le ginocchia, strillano e fanno i capricci. E nemmeno quelle occhialute che se ne stanno sedute in un cantuccio, con un libro da colorare tra le mani. Questa è una favola per la bambina che è dentro di te, quella che ne ha viste tante, ne ha passate tante e ad ogni brutto colpo è sopravvissuta. Quella che per proteggersi ha cercato un nascondiglio in fondo al cuore e vi si è rannicchiata. Quella che si mette le mani sugli occhi, per non assistere alle brutture del mondo che la circonda. Ma che, allo stesso tempo, si dà coraggio e le affronta, con i suoi tempi.

Ecco, questa favola si rivolge a quella bambina e, se avrai la voglia, la pazienza e la costanza per arrivare fino in fondo a queste pagine te ne accorgerai… Oh sì che te ne accorgerai, tanto che finalmente la vedrai tornare a sorridere.”

Trama

Margherita, la protagonista, è una di noi: come me, come te, come quella ragazza seduta da sola al tavolino del bar, come quella che ti dà il resto alla cassa del supermercato. Ognuna di noi può essere Margherita, con le sue insicurezze, le sue storie sbagliate e la voglia di essere amata semplicemente per ciò che è. Così l’eroina di questa storia si lancia in amori fatui, sperimenta il mondo dei siti d’incontri, incappa in uomini complicati. Cade e si rialza. Fino a trovare l’amore, che le appare all’improvviso dopo una notte dolorosa e in una forma che non si sarebbe mai immaginata. Perché l’amore, quello vero, è così: inaspettato e travolgente, e può dare un senso una vita che sembrava inutile e piena di errori.

Share:

Scrivi un commento