Interviste

Intervista all’autrice: Elisa Crosta

Buongiorno lettrici e lettori!

Con grande piacere vi propongo la protagonista dell’intervista di oggi. Si tratta di Elisa Crosta, autrice del libro “Ballerine nere numero 33” pubblicato da “Edizioni Dialoghi”

Per leggere anche la mia recensione, potete cliccare qui.

Intervista

1 – Come è nata l’idea di scrivere il tuo libro “Ballerine nere numero 33”?

Avevo bisogno di raccontare questa storia; è una storia vera, e dopo trent’anni dovevo dare voce a quella bambina, perché altrimenti mi avrebbe tormentata per chissà quanto.

2 – Mi descriveresti il tuo libro con tre aggettivi?

Delicato, tagliente, vero.

3 – Un pregio e un difetto di Lucia?

Il suo pregio è la fantasia, il suo difetto è che quella stessa fantasia la porta troppo lontana dalla realtà.

4 – Come è avvenuta la scelta del titolo e della copertina?

Le ballerine sono le scarpe che tutte le ragazzine hanno avuto. La copertina è una scatola da scarpe; al loro posto ci sono nove giorni della vita di Lucia.

5 – Tra i vari messaggi che vorresti inviare al lettore, qual è quello a cui tieni maggiormente?

leggete questa storia senza pregiudizi, senza pensare che la voce di una bambina vi annoi, perché non è così. Vi costringerà a fare i conti con il vostro passato, e risveglierà ricordi su cui avete messo un coperchio.

6 – Quali sensazioni hai provato mentre lo scrivevi?

è stato un lungo viaggio. Mi ha stupita, coinvolta, stregata. La prima stesura è stata un fiume di ricordi, tutte le successive un lavoro infinito di pulizia, che mi occupava la mente in qualunque momento. Mi sono sentita catturata da Lucia; è una sua dote.

7 – Come ti descriveresti con tre aggettivi?

Riflessiva, orgogliosa, emotiva.

8 – Ci puoi raccontare, se c’è, un aneddoto sul tuo libro?

è successa una cosa strana; alcune persone che non conoscevo, dopo aver letto il libro mi hanno contattata per raccontarmi i loro ricordi, immagini del loro passato risvegliate dalla lettura. La storia più bella è di una signora di ottantadue anni del lago di Como, ma non posso raccontarla perché ho promesso di mantenere il suo segreto.

9 – Quali sono le tue passioni e hobby?

Leggo sempre. In metropolitana, in pausa pranzo, in qualunque attesa. E leggo la notte. Cammino ogni volta che posso, per chilometri e chilometri. Prima viaggiavo tanto, con lo zaino in spalla tra un treno e l’altro. Adesso con due bambini è un po’ difficile…aspetto che crescano un po’; nel frattempo leggo loro tante fiabe. Tantissime.

10 – Infine una curiosità: qual è stato il tuo ultimo libro che hai comprato e/o letto?

Sono impazzita per Margaret Atwood, che ho scoperto solo recentemente. Sto leggendo “L’altra Grace” e adesso vi lascio perché sono all’ultimo capitolo!

Biografia

Elisa Crosta nasce a Genova nel 1983; si laurea in Comunicazione nel 2004 e si trasferisce a Torino per la specializzazione in Comunicazione di Massa, e poi a Roma, dove vive attualmente. Scrive per passione, da sempre. Da diversi anni partecipa e ottiene riconoscimenti in molti concorsi letterari, prevalentemente per racconti brevi. Ha un lavoro, due bambini, un orto piccolissimo su un balcone, una casa piena di libri e tantissimi sogni. Colleziona storie. Ballerine nere numero 33 è il suo primo romanzo.

Ha scelto di devolvere in beneficenza (centri antiviolenza) tutto quello che arriva dalla scrittura, compreso il compenso per il suo libro.

Ti ringrazio molto di aver partecipato all’intervista

A presto

Gabrio

Share:

Scrivi un commento