Recensioni

In cammino

Titolo:  In cammino

Sottotitolo: Itinerari tra emozioni e storie

Autore: Maurizio Bono

Editore: Vallardi

Pagine: 158

Prezzo: € 15,90

Uscita: 25 giugno 2020

Recensione

“In cammino”, come si intuisce, è un libro, non una guida, indicato per gli appassionati delle lunghe e piacevoli camminate. L’autore, infatti, ci propone una grande varietà di percorsi adatti a tutti. Si va dalle camminate in montagna, a quelle in città, per esempio a Milano. Maurizio Bono ci intrattiene anche con ricche nozioni, curiosità, aneddoti e molta storia dei posti, dei vari paesaggi e dei fantastici luoghi in cui ha camminato ed esplorato.

Il suo libro presenta alcune parti scorrevoli ed affascinanti, in cui si respira l’aria salubre e si immaginano i panorami mozzafiato per esempio delle Grigne (che conosco bene e che amo follemente) o quelli di città ricchi di storia, a parti più dettagliate e precise con date, informazioni varie da libro geografico o storico.

“In cammino” è sicuramente un libro molto istruttivo per quanto riguarda l’argomento che tratta e leggendolo arriviamo, alla fine, più acculturati e preparati. Si percepisce, inoltre, la grande passione e l’amore che Maurizio Bono nutre per le camminate che fanno bene sia al corpo, che allo spirito.

Per chi, come me, ama la montagna, conosce il fascino, l’emozione e il benessere che trasmette a camminare in queste zone. Nel libro si parla anche di arrampicate, ma quelle le lascio a chi le sa compiere bene, perché, indubbiamente, occorre molto esercizio e capacità, oltre a tanto coraggio. Tra le informazioni che veniamo a sapere c’è per esempio quella del Club Alpino italiano che è stato fondato nel 1863, undici anni prima di quello francese e uno dopo di quello austriaco.

L’autore ci fa notare come camminare assuma un gusto maggiore, diverso e più consapevole dopo il periodo di lockdown, infatti riusciamo ad assaporare meglio la libertà, i luoghi incantevoli e i paesaggi indimenticabili. Tutto ciò respirando aria pura ed inebriante.

Camminare è un modo per svagarsi, per stare meglio ed è indicato a tutti, indipendentemente dal proprio livello fisico, perché lo si può svolgere con i propri tempi, senza fretta e senza ansia. Camminare, inoltre, ci permette anche di rilassarci, di gustarci quel senso di vero e sano benessere e conoscere luoghi nuovi.

Maurizio Bono, nel suo libro, ci suggerisce alcuni itinerari che ha percorso con piacere e che vuole condividere con noi per vari motivi.

Giusto per farvi un’idea di come affronta l’argomento in modo amplio, vi riporto il sommario:

Camminare sui monti

Camminare vista mare

Escursioni di città e camminatori virtuali

Camminare nel tempo dalle Alpi alla Bibbia

Come  potete notare sono diversi i temi di cui l’autore ci racconta. Inoltre vi segnalo che alla fine è presente un’interessante e profonda intervista alla guida alpina Michele Maggioni che, pur avendo subito un grave incidente, non si è arreso.
“In cammino” si conclude con una ricca ed interessante sezione dedicata alle note.

Qui sotto vi riporto un passaggio dell’introduzione:

“Ecco, quando è nata l’idea di questo libro il programma era tutto qui: raccontare l’emozione di muovere un passo dietro l’altro per condividere a parole la comunissima impagabile soddisfazione di trasportarsi con le sole proprie forze nello spazio e nel tempo. Mettendola alla prova, un po’ per scommessa e molto per gioco – in montagna, in riva al mare, in città e un po’ in giro per il mondo – come un’esperienza felice alla portata di tutti …”

Trama

Camminare è il motore dell’umore, del benessere, della felicità. Ci riavvicina a noi stessi, crea concentrazione e spazio dentro di noi. Camminare è un piacere e un’arte. Camminare in montagna, certo, ma anche sulle falesie in riva al mare, sulle coste e sulle dorsali di isole come la Sardegna, la Corsica, la Réunion. O ancora, su fino alla vetta in Val Senales, dove il camminatore più antico che conosciamo da vicino ha aspettato 5300 anni per dirci chi era.

Camminare perfino in città, dove i passi sfidano geometrie urbane e vincendo il confronto scoprono ciò che da un finestrino non si vede. E camminare nel mondo virtuale, senza muovere un passo ma alla ricerca dell’emozione del movimento.

Camminare in tanti modi diversi, insomma, ascoltando le storie che ogni sentiero racconta a chi ha la pazienza di usare i piedi e la mente. Un libro che ci accompagna alla scoperta di un gesto che sembra scontato, ma che ci fa scoprire un mondo fuori e dentro di noi.

Share:

1 comment

Scrivi un commento