Recensioni

Sheryl e Darren

Titolo: Sheryl e Darren

Autore: Gabriele Ludovici

Editore: Augh!

Collana: Frecce

Pagine: 189

Prezzo: € 14,00

Uscita: 22 gennaio 2018

Recensione

“Sheryl e Darren” è un libro particolare, un romanzo che oserei quasi dire “musicale”,  infatti è ambientato nel mondo della musica e vede come protagonisti: Darren, che è una rockstar  degli anni ’80, ma ormai solo e senza più successo e Sheryl una sua giovane fans con vari problemi personali sia in famiglia che a scuola. Due protagonisti opposti che vivono in due mondi completamente diversi, ma legati dal mondo della musica.

Come direbbe qualcuno è, secondo me, un romanzo “rock”. La musica è sicuramente una delle protagoniste della storia. Gabriele Ludovici ha un suo stile di scrivere che trovo graffiante e moderno, che scorre veloce attirando l’attenzione del lettore, incuriosito da questa strana ed originale vicenda che sembra anche tingersi di giallo. Qualcosa di misterioso pare debba avvenire, forse un segreto, un mistero o comunque si percepisce che ha molto da raccontare.

Pur non essendo del tutto il mio genere, i vari avvenimenti mi hanno incuriosito e mi sono, quindi, addentrato tra le pagine e nel mondo di Sheryl e Darren.

Sicuramente intriga molto anche il modo in cui è stato scritto ed impaginato, risulta infatti del tutto nuovo e fresco a cominciare dai titoli di ogni capitolo.

Si percepisce, a mio avviso, la passione che l’autore ha per la musica, poiché tutto è molto ben curato, studiato e riesce a farci entrare in quel mondo cercando di trasmetterci le sensazioni che nutre durante la stesura.

Inoltre è un libro particolare sia per la storia che per i protagonisti e piacerà prima di tutto agli amanti della musica e sono certo che molti si ritroveranno nel rapporto cantante/fan perché in tanti hanno questo legame con un personaggio famoso sia attuale, che del passato.

Inoltre ho notato un percorso di crescita da parte di entrambi i personaggi anche se Darren mi ha fatto parecchia tenerezza e mi ha trasmesso, a volte, una sensazione di tristezza.

Durante la lettura mi sono sentito come in un angolo, un po’ estraneo a questo mondo, ad assistere a quanto si raccontava, dato che non sono riuscito ad entrare del tutto nella storia a causa del genere, ma sicuramente ha catturare la mia attenzione e in questo caso trovo sia un bel traguardo considerato quanto ho affermato.

Concludo con un passaggio della premessa che ci aiuta subito ad entrare nella storia:

“Si tratta di una storia che riguarda il rock e il rock, essendo musica, è liberà. Nient’altro. Chi vi parla di libertà oggi? La si dà per scontata, come la razione quotidiana di ossigeno, ma è un lusso che si concedono in pochi. Un tempo era il territorio dei bambini. Ora hanno fregato pure loro, con quegli aggeggi che gli mettono in mano fin da piccoli…”

Trama

Darren Loeser è un ex cantante di mezza età che, al termine del giro sulla giostra dello show-business, si è ridotto a vivere in solitudine a causa della scomparsa dei membri della sua rock band. Sheryl Gillespie, invece, è una ragazzina incapace di trovare una propria dimensione, disorientata dalla superficialità dell’ambiente scolastico e familiare. L’unico interesse che coltiva è il culto dell’ex gruppo di Darren. Attraverso i ricordi di una persona “informata sui fatti”, il romanzo ripercorre le loro esistenze fino al punto in cui smettono di correre in parallelo. Ovvero, quando Sheryl si mette in testa di essere la glia naturale di Darren, decidendo che per entrambi è arrivato il momento di una svolta.

Share:

Scrivi un commento